Mazara del Vallo, cattedrale del Santissimo Salvatore: l’intervista al parroco

98 Views
di Angela Ganci, psicologo psicoterapeuta, giornalista, scrittrice
Mazara del Vallo, perla della Sicilia occidentale, anche nota come città delle cento chiese.
E di chiese e sacralità, oltre che di Arte e Storia, questo ridente luogo si pregia oggi di risplendere; a testimoniarlo il parroco della Basilica del Santissimo Salvatore, la Cattedrale della città, Edoardo Bonacasa.
“Il termine cattedrale si rifà alla Cattedra del Vescovo – apre Bonacasa – Nello stemma della città di Mazara del Vallo si riporta, si ricorda, la fondazione della cattedrale del Santissimo Salvatore avvenuta nel 1093 da parte del Conte Ruggero, in perdita contro gli Arabi, che lanciò un’invocazione al Santissimo Salvatore, dando così origine alla diocesi”.
Questo l’incipit testimoniale di Bonacasa della cattedrale mazarese, che sottolinea la relazione intima tra la città e il suo aspetto sacro, nel suo Salvator Mundi.
Trattasi della prima parrocchia della città situata al centro della piazza, che contiene per tre lati oggetti sacri e su un lato il Comune.
Tra le caratteristiche architettoniche e sacre più salienti, la croce posta a quattordici metri di altezza al centro della navata risalente al 1200, la trasfigurazione del Gagini, la devozione all’Immacolata e l’affresco di un Cristo pantocratore risalente al 1100, l’abside invece è in stile normanno.
Storia, tradizioni, ma anche prospettive, diffusione di un tesoro che attrae tanto per la sacralità quanto per la ricchezza artistica.
“La nostra intenzione è quella di far rivivere e scoprire la Cattedrale e la sua arte sacra, attraverso un percorso che abbiamo denominato Cattedrale segreta – conclude Bonacasa- Un progetto conclusosi di recente grazie alla guida del professore Danilo Di Maria e che ha consentito di visitare parti della cattedrale non accessibili come il sarcofago e alcune tele pregiate. Il tour ripartirà l’estate prossima, dalle 21 in poi, nei mesi di Luglio e Agosto, con cadenza settimanale. Maggiori informazioni saranno fornite attraverso il nostro sito in costruzione”.

Condividi questo articolo

Related posts

Leave a Comment