Musica: presentato il Sicilia Jazz Festival 2023 | Anteprima a gennaio con Peppe Servillo, Malyka Ayane e Tony Hadley

89 Views

Dal 23 giugno al 2 luglio, a Palermo, la manifestazione promossa dalla Regione Siciliana. Dal 13 al 28 gennaio la “Winter Preview” al Teatro Santa Cecilia, al Ridotto dello Spasimo e al Teatro Golden

 

Stelle del calibro di Gregory Porter e Marcus Miller, produzioni inedite e prime internazionali, artisti di fama mondiale e giovani musicisti dei conservatori, per oltre 30 concerti in alcuni siti del centro storico di Palermo e al Teatro Verdura. E una sessione di “preview” all’inizio del nuovo anno che vedrà sul palco  Peppe  Servillo, Malyka Ayane  e  Tony Hadley.

È stato presentato, stamattina al Teatro Santa Cecilia di Palermo, il Sicilia Jazz Festival 2023, che si svolgerà dal 23 giugno al 2 luglio, con la corposa anteprima “Winter” dal 13 al 28 gennaio. Presenti  l’assessore regionale al Turismo, allo Sport e allo Spettacolo Francesco Paolo Scarpinato, il vice sindaco di Palermo Carolina Varchi, il presidente dell’Orchestra Jazz Siciliana – Fondazione The Brass Group Ignazio Garsia, il direttore artistico della rassegna Luca Luzzu e i rappresentanti  dei Conservatori siciliani.

 

Il Sicilia Jazz Festival è promosso dalla Regione Siciliana attraverso l’assessorato al Turismo, Sport e Spettacolo. La consulenza artistica e tecnica è affidata alla Fondazione The Brass Group. L’iniziativa è frutto della collaborazione anche con il Comune e l’Università degli Studi di Palermo e i conservatori di musica di tutto il territorio regionale e si pone come ulteriore obiettivo il coinvolgimento delle istituzioni didattiche regionali, i musicisti del territorio e le maestranze locali.

 

«Il successo del Sicilia Jazz Festival – afferma il presidente della Regione, Renato Schifani – è testimoniato dai numeri delle due edizioni precedenti a questa. Per la prima volta, l’organizzazione sempre puntuale della Fondazione The Brass Group ha previsto un momento di “preview” invernale, che punta a promuovere l’appuntamento sotto il profilo culturale, artistico e direi anche in chiave turistica, per poi proseguire con una parata di grandi nomi internazionali. Bisogna puntare – sottolinea Schifani – sugli spettacoli di qualità anche per attrarre tutti gli appassionati, in questo caso di musica jazz, che possono trovare un punto di riferimento musicale in questa rassegna. La collaborazione con il Comune, con l’Università e con i conservatori non può che arricchire il livello qualitativo della manifestazione che coinvolge anche i giovani musicisti».

 

«È con grande piacere – ha sottolineato l’assessore Francesco Paolo Scarpinato – che l’Amministrazione regionale promuove un appuntamento divenuto ormai stabile nella programmazione culturale della Sicilia, una iniziativa che intende affermare ancora una volta quanto la musica jazz possa essere volano turistico per l’Isola nella sua identità territoriale. Puntiamo su manifestazioni di grande spessore, con una programmazione svolta e comunicata con largo anticipo, capaci di coniugare offerta culturale e turistica. Su questa strada, già avviata, intendiamo proseguire con decisione».

 

«Eventi come questo arricchiscono la comunità e l’intera città di Palermo – aggiunge il vice sindaco Carolina Varchi – L’esperienza delle precedenti edizioni è stata preziosa per rilanciare luoghi e angoli suggestivi, ricchi di storia. Siamo certi che anche durante il festival 2023, con l’apertura invernale, si ripeterà la magia che ha visto suonare fianco a fianco artisti di caratura mondiale e giovani studenti dei conservatori. Una magia che ha riempito di note le strade e le piazze di Palermo, offrendo un motivo in più per visitare il capoluogo siciliano».

«Durante l’estate – afferma il Maestro Ignazio Garsia, presidente della Fondazione The Brass Group – l’Italia come molti altri Paesi è ricca di decine di festival jazz. Probabilmente, le musiche di origini popolari, escluse dai circuiti di produzione d’arte musicale, trovano nell’intrattenimento turistico un impiego ritenuto più rispondente ai bisogni collettivi. Il governo della Regione, in controtendenza, promuove un evento interamente dedicato alla produzione orchestrale di jazz, affermando il principio che tutte le musiche sono nate uguali e offrendo un modello di offerta musicale che la rende unica al mondo».

Il Sicilia Jazz, l’unico Festival al mondo interamente dedicato alle produzioni orchestrali, vedrà protagonista l’Orchestra Jazz Siciliana. Per il terzo anno consecutivo, dopo i grandi numeri delle precedenti due edizioni, ancora spazio alla musica nella magnifica cornice del capoluogo siciliano: complessivamente sono previsti oltre 30 concerti, di cui 13 produzioni orchestrali che vedranno in scena prime assolute e inedite appositamente commissionate, spettacoli esclusivi con solisti di fama internazionale e le eccellenze dei conservatori siciliani con tanti giovani musicisti: sarà l’occasione per un sano e creativo mix di sonorità ed esperienze tra artisti di fama, musicisti provenienti da diverse parti del mondo, maestri e giovani talenti.

 

Per questa terza edizione è prevista un’intensa anteprima, il “Sicilia Jazz Winter Festival”, dal 23 al 28 gennaio, dislocato tra il Real Teatro Santa Cecilia, il Ridotto dello Spasimo – Blue Brass e il Teatro Golden, con l’Orchestra Jazz Siciliana che accompagnerà i concerti di Peppe Servillo (13 e 14 gennaio), Malyka Ayane (martedì 23) e Tony Hadley (domenica 28).

 

Il cartellone invernale comprende anche le esibizioni dei dipartimenti jazz dei cinque conservatori siciliani:  Alessandro Scarlattidi Palermo, “Arcangelo Corellidi Messina,Antonio Scontrinodi Trapani, “Arturo Toscanini” di Ribera e l’istituto superiore di studi di musica Vincenzo Bellinidi Catania. Tutti avranno degli spazi dedicati al Ridotto dello Spasimo, dove seguiranno anche delle jam session grazie alle orchestre giovanili dirette e accompagnate dai docenti. Oltre ai momenti musicali, sono previste presentazioni di libri e rappresentazioni video che avranno come tematica l’importanza della musica jazz quale strumento di espressione artistica e territoriale.

La manifestazione intende condurre alla scoperta dei luoghi di Palermo per valorizzarli nella loro pienezza storica e culturale attraverso il linguaggio universale della musica jazz, come strumento di dialogo interculturale e di rinascita territoriale.

 

Sicilia Jazz “Winter” Festival 2023
13-28 gennaio 2023

 

Brevi note artistiche sul programma del Teatro Golden e Real Teatro Santa Cecilia

 

13 e 14 gennaio, Real Teatro Santa Cecilia, ore 19 e 21,30
Peppe Servillo e Orchestra Jazz Siciliana

Il progetto originale “Di cosa vive l’uomo? Le canzoni di Kurt Weill e Bertold Brecht” vuole rendere omaggio al compositore tedesco Kurt Weill e alla sua collaborazione storica con il grande drammaturgo e poeta Bertold Brecht in un recital per due voci soliste e orchestra jazz. Il teatro musicale di Brecht e Weill viene qui esaltato dalla presenza di due interpreti d’eccezione: Peppe Servillo, musicista, attore di teatro e cinema, leader degli Avion Travel e di altri progetti di musica d’autore, e Costanza Alegiani che si sta affermando tra le voci più originali del jazz contemporaneo italiano e che nella sua produzione musicale ha sempre avuto un rapporto prediletto con il teatro e la poesia. I due interpreti hanno costruito insieme questo recital a due voci, a due anime, coinvolgente ed emozionante. Protagoniste saranno alcune canzoni memorabili tratte da “L’Opera da tre soldi” di Brecht; per quest’opera KurtWeill scrisse meravigliose pagine di musica, tra cui la celeberrima Mackie Messer, la spietata Jenny dei Pirati e il duetto d’amore Tango Ballade. Si alternano così momenti musicali tipici del Kabarett berlinese a momenti lirici d’amore e di solitudine, di passione e resistenza politica, di vittoria contro il nemico o di resa, di pace o di guerra. Un recital cantato in italiano (grazie alle traduzioni di Giorgio Strehler e di altri scrittori e drammaturghi italiani) che coinvolgerà il pubblico e lo farà entrare in empatia con le storie dei personaggi e con le parole del poeta. Il tutto perfezionato dall’accompagnamento musicale dell’OJS.

 

23 gennaio 2023, Teatro Golden, ore 21,30

Malyka Ayane e Ochestra Jazz Siciliana

Una delle voci più particolari e facilmente riconoscibili della musica italiana è quella di Malika Ayane. Artista dotata di in indiscusso talento e di un estro molto originale, ha saputo guadagnarsi una consistente fetta di pubblico pur senza adagiarsi eccessivamente su un pop puramente radiofonico. Per questo Progetto musicale si può affermare che è una preziosa esibizione che va ad identificarsi con un repertorio iscritto appositamente per con l’OJS rendendolo unico e orginale.

Appassionatissima anche di musica leggera, sperimenta nel corso degli anni di tutto, dal blues al gospel, dal jazz all’elettronica. Per arrivare al suo primo contratto deve aspettare però il 2007, quando Caterina Caselli decide di puntare su di lei per la sua Sugar. L’album di debutto esce nel 2008 con il nome di Malika Ayane: in poche settimane arriva al disco di platino.

 

28 gennaio 2023, Teatro Golden, ore 21,30
Tony Hadley e Orchestra Jazz Siciliana

Tony Hadley è indubbiamente  una delle voci maschili più rinomate al mondo, calcando i palchi di quasi 40 località del Regno Unito, passando per l’Australia, la Nuova Zelanda, Giappone e Filippine. La sua partecipazione al Sicilia Jazz Festival  2023 è di particolare importanza grazie alla realizzazione di un progetto speciale artistico con l’Orchestra Jazz Siciliana. Le partiture sono scritte appositamente per il concerto e vanno a rendere una esclusiva internazionale la sua esibizione.

Da ormai quattro decenni Tony è sulla cresta dell’onda sia in gruppo che come solista.

Un’occasione quella al SJF per celebrare una delle voci più autorevoli del pop, che ha visto gli esordi con il movimento del New Romantic, interpretando negli anni brani ormai diventati cult come l’epica “Through the Barricades”, il brano al primo posto di tutte le classifiche internazionali “True”, e l’inno non ufficiale delle Olimpiadi di Londra “Gold”. L’Italia è da sempre uno dei Paesi più amati da Tony Hadley, un amore ricambiatissimo. Dopo varie collaborazioni con artisti italiani (con Caparezza in “Goodbye Malinconia”, con Nina Zilli in “The fair tales of New York”), nel 2019 è stato ospite al Festival di Sanremo, accompagnando Arisa, in gara, nel brano “Mi sento bene”, e recentemente a Propaganda Live su La Sette, dove ha interpretato “Through the Barricades” e la nuovissima “Obvious”.

Come solista, Tony ha tenuto concerti in tutto il mondo, sia con la sua band, che con gruppi swing, e con grandi orchestre. Nel 2005 si è guadagnato il premio Gold Badge dalla British Academy of Composers and Songwriters; nel 2007 ha convinto un grande gruppo di nuovi fan apparendo nel musical Chicago nel ruolo di Billy Flynn nei teatri del West End di New York. “Talking To The Moon”, il suo ultimo album da studio, datato 2018 (2019 per il mercato italiano) è stato album della settimana su Radio BBC2, e il primo singolo “Tonight Belongs To Us” Singolo della settimana. Nel 2021 è uscita “Obvious”, scritta con Mick Lister, anch’essa nella top playlist di BBC2. Nel dicembre del 2019 ha ricevuto l’onorificenza Queen’s New Year’s Honours List per il suo impegno benefico nei confronti del Shooting Star Children’s Hospice.

 

Sicilia Jazz “Winter” Festival 2023
13-28 gennaio 2023


Direzione artistica Luca Luzzu

PROGRAMMA

    —————————————————————————————————————————————-

 

Teatro di Santa Cecilia

 

Venerdì 13 e Sabato 14 gennaio, ore 19 e ore 21,30

PEPPE SERVILLO & COSTANZA ALEGIANI
Di cosa vive l’uomo? La musica di Kurt Weill e Bertold Brecht
ORCHESTRA JAZZ SICILIANA

Marco Tiso, direzione
———————————————————————————————————————————————

Ridotto dello Spasimo

 

Domenica, 15 gennaio, ore 21,30
SEA CONNECTION TRIO
A cura del Conservatorio “Corelli” di Messina
Jam Session
Prof. Claudio Palana, responsabile

 

Lunedì, 16 gennaio, ore 21,30

GAETANO RICCOBONO AND STUDENTS

A cura del Conservatorio “Scarlatti” di Palermo
Jam Session

Prof. Riccardo Randisi, responsabile

Martedì, 17 gennaio, ore 21,30

GIUSEPPE URSO QUARTET

A cura del Conservatorio “Scarlatti” di Palermo
Jam Session

Prof. Giuseppe Urso, responsabile

Mercoledì, 18 gennaio, ore 21,30

JAZZ TEACHERS – Concerto dei docenti
A cura del Conservatorio “Scontrino” di Trapani
Jam Session
Solares Trio, responsabile

Giovedì, 19 gennaio, ore 21,30                                                                               

TRAPANI RAINBOW ENSEMBLE

A cura del Conservatorio “Scontrino” di Trapani
Jam Session
Paolo
Passalacqua, responsabile

Lunedì, 22 gennaio, ore 21,30                                                                                 

ALESSANDRO VISCO TJ QUINTET
A cura del Conservatorio “Toscanini” di Ribera
Jam Session

Giuseppe Oliveri, responsabile
———————————————————————————————————————————————

Teatro Golden

 

Martedì, 23 gennaio, ore 21,30                                                                                 

MALIKA AYANE

An evening with
ORCHESTRA JAZZ SICILIANA

Vito Giordano, direzione

———————————————————————————————————————————————

Teatro di Santa Cecilia

 

Mercoledì, 24 gennaio, ore 21,30

ORCHESTRA JAZZ SINFONICA

La suite dei Templi
A cura del Conservatorio “Toscanini” di Ribera

Alberto Maniaci, direzione

———————————————————————————————————————————————

Ridotto dello Spasimo
Giovedì, 25 gennaio, ore 21,30

TOSCANINI JAZZ DEPARTMENT PROFESSOR CONCERT

A cura del Conservatorio “Toscanini” di Ribera

Jam Session
Fulvio Boccafusco, responsabile 
                                                                                                                                                  

Venerdì, 26 gennaio, ore 21,30

BELLINI JAZZ QUINTET

A cura del Conservatorio “Bellini” di Catania

Jam Session
Dino Rubino, responsabile                                                                                                                                                        

———————————————————————————————————————————————

Teatro Golden

 

Domenica, 28 gennaio, ore 21,30

TONY HADLEY
Gold Voice
ORCHESTRA JAZZ SICILIANA

Domenico Riina, direzione

   

    ————————————————————————————————————————————–

 

    Info biglietteria ed abbonamenti Fondazione The Brass Group: 0917782860 – 334.7391972       info@thebrassgroup.it
     www.thebrassgroup.it,
fb: fondazionethebrassgroup.

Biglietteria
www.bluetickets.it, www.tickettando.it

Real Teatro Santa Cecilia
Dal martedì al sabato dalle 9.30 alle 12.30

Spasimo
Dal lunedì al venerdì dalle 15.30 alle 19.30

Punti vendita circuito Tickettando

Abbonamenti a 2 concerti Teatro Golden:
Intero: Poltronissima 50 €; Poltrona 40 €; Distinti 30 €
Ridotto Under 26: Poltronissima 45 €; Poltrona 40 €; Distinti 25 €

Biglietti singoli concerti Teatro Golden:
Intero: Poltronissima 30 €; Poltrona 25 €; Distinti 20 €;
Ridotto Under 26: Poltronissima 25 €; Poltrona 20 €; Distinti 15 €.

 

Biglietti singoli concerto Peppe Servillo al Teatro Santa Cecilia:
Intero: Platea 19 €; Tribunetta e Balconata 17 €
Ridotto Under 26: Platea 16 €; Tribunetta e Balconata 14€.

Info www.siciliajazzfestival@live.it, info biglietteria www.bluetickets.it.

 

 

 

 

Condividi questo articolo

Related posts

Leave a Comment