Monreale. Bagno di folla per la chiusura della campagna elettorale di Mario Caputo

27 Views

Ieri pomeriggio, domenica 18 settembre, si è svolta presso l’hotel Al Balhara di Monreale la chiusura della campagna elettorale di Mario Caputo candidato alle regionali con Forza Italia per Schifani presidente. Numerosissima la platea che ha seguito con vivo entusiasmo gli interventi, presente fra gli altri la testimone di giustizia Valeria Grasso che ha detto sul palco: “I fatti parlano da soli, la grande presenza oggi qui conferma che non c’è nulla da dire su Mario Caputo. Vedo tante donne e quindi è difficile perdere perché non ti lasciano andare. Io ho denunciato la mafia e so cosa significa dinanzi a delle scelte nel rispetto dell’essere uomini e donne dello Stato il prezzo che si paga, so cosa significa essere abbandonati da istituzioni e Stato quando in azienda è in fortissime difficoltà e quindi io sarò sempre a fianco di Mario Caputo. Il mio ruolo in Forza Italia è anche quello, come presidente dello sportello antiracket, di lavorare per dare dei suggerimenti e fare delle proposte a tutela delle imprese che sono in fortissima crisi economica. Oggi ho accettato di aderire a Forza Italia perché c’è Mario Caputo e conosco il suo valore, Mario sì sta circondando di persone con esperienza che conoscono i problemi e saranno per lui un valido supporto. Il festival Musica e Legalità – continua Grasso – il mese scorso a Castelvetrano è stato fatto grazie a Mario Caputo perché molti erano contrari, Mario ha mediato perché lui dialoga con chiunque per raggiungere un obiettivo e così grazie a lui 350 persone hanno lavorato e Castelvetrano ha avuto un afflusso di 14 mila persone. Da stasera inizia il conto alla rovescia, dobbiamo parlare con chi non crede più nella politica, e buon lavoro a tutti noi da giorno 26!”.

Mario Caputo dopo avere ringraziato i tantissimi intervenuti ha detto: “In questi anni ho avuto modo di conoscere tante realtà, sono sceso tra la gente e sono soddisfatto del mio percorso perché la mia è una politica dei fatti, a Contessa Entellina, a Piana degli Albanesi, al Senato della Repubblica o a Selinunte avete appurato le attività che ho fatto”.

 

Condividi questo articolo

Related posts

Leave a Comment