Slogan antimafia a Selinunte in occasione del festival di Musica & Legalità

55 Views

“La Sicilia non è di Cosa Nostra, la Sicilia è nostra!”: il fiume di ragazzi che ieri, 13 agosto, ha popolato il parco archeologico di Selinunte ha intonato questo coro in occasione del festival di Musica & Legalità promosso dalla presidente dell’Associazione “Legalità e Libertà” , Valeria Grasso, insieme a Unlocked.
Valeria Grasso è un’imprenditrice palermitana che si è opposta al clan Madonia, all’assassino del generale Carlo Alberto dalla Chiesa e a Mariangela di Trapani moglie di Madonia, una testimone di giustizia che ha denunciato il pizzo e la mafia e ancora oggi porta avanti il suo impegno costante contro Cosa Nostra parlando ai giovani e agli imprenditori che come lei sono stati, e sono, vittime di abusi. Insieme a Valeria Grasso ieri sul palco di Selinunte il deputato regionale Mario Caputo, l’imprenditore Mimmo D’Agati e Felice Crescente, direttore del Parco Archeologico. Una giornata caratterizzata dal racconto delle esperienze di imprenditori e di chi la mafia l’ha combattuta da vicino, ma in un contesto di musica e intrattenimento. Fino all’arrivo intorno a mezzanotte del dj di fama internazionale Paul Kalkebrenner che ha mandato in “delirio” i circa 15 mila giovani intervenuti.
Ospite speciale del festival il Capitano Ultimo, l’uomo che arrestò Totò Riina, ovvero il colonnello dei carabinieri Sergio De Caprio che ha eseguito, quando era a capo dell’unità Crimor dei Ros dei carabinieri, la cattura del capo di Cosa Nostra il 15 gennaio del 1993. E oltre alla mafia si è toccato un altro tema sociale: l’alienazione da lockdown e la violenza sulle donne. Ad intervenire sull’argomento il presidente dell’Ordine dei Medici di Palermo Toti Amato, che ha patrocinato l’evento, e anche se non è potuta essere presente per ragioni di salute Maricetta Tirrito, presidente dell’associazione “Laboratorio Una Donna”, non ha rinunciato a dare il suo messaggio: “Un evento straordinario a casa di Messina Denaro – ha commentato – e per questo assume una valenza ancora più importante. Sensibilizzare i giovani al rispetto della Donna è fondamentale e farlo in un contesto di svago ritengo sia quanto mai incisivo”.

Condividi questo articolo

Related posts

Leave a Comment